I Muse, sono pronti a tornare a Roma per un’unica, imperdibile, data il 20 luglio allo stadio Olimpico.

La band britannica, composta Matthew Bellamy (voce, chitarra, pianoforte), Chris Wolstenholme (basso, voce, armonica) e Dominic Howard (batteria, percussioni, cori) , dopo aver stregato Milano con due date sold out allo stadio Meazza di San Siro, è pronta ad entusiasmare i fan romani.

Il “Simulation theory tour” si è svolto inizialmente in America fra febbraio e aprile 2019 e dal 26 maggio sono iniziate le tappe europee, il tour prende il nome dall’ultimo ed ottavo album in studio della band “Simulation Theory” . Il primo singolo estratto dall’album, “Something Human” è stato il primo composto dal frontman Matthew Bellamy  a conclusione del “Drones World Tour” , un brano che rappresenta l’uscita dalle tematiche più scure di “Drones” per un testo più tenero, che parla di come ci si sente ad essere stressati e desiderosi di tornare a casa per una vita più normale dopo essere stati in viaggio per un paio di anni.

Fra brani più recenti come “Propaganda” e “Mercy” e brani storici come “Time is running out”, “Madness”, “Uprising”, “Starlight” e “Knights of Cydonia” i Muse, sono pronti a regalare ai fan romani uno spettacolo indimenticabile.