Si è conclusa ieri la permanenza di Coez al Palalottomatica di Roma, dopo tre date di fuoco. Il cantante romano tornerà con il tour “E’ sempre bello” dopo l’estate, il 29 Settembre sarà all’Arena di Verone e proseguirà con tante date in molte città di Italia.

L’anteprima romana del tour si apre con la canzone “Mal di gola”, Coez sale sul palco acclamato dalla folla in visiblio e subito il clima si riscalda, si canta e si balla tutti insieme, soprattutto sulle note del terzo brano “Faccio un casino” proseguendo per tutto il concerto. Il pubblico non si risparmia, e di certo neanche Coez.

Durante il pezzo “Ali Sporche”, Coez ci dedica un momento emozionante, scende fra la folla e si fa sorreggere dai fan, una delle scene più commoventi e belle della serata, sulle note di una canzone altrettanto commovente e bella.

A metà spettacolo, durante il cambio abito del cantante, passa un video che spinge alla riflessione i fans, una collaborazione con “Open Arms” una Ong la cui principale missione è proteggere con la sua presenza in mare, le persone che cercano di raggiungere l’Europa, fuggendo da persecuzioni, guerra e povertà, un video che “va al di là di qualsiasi appartenenza politica” come dice lo stesso Coez ad inizio video.

Il concerto prosegue sulle note di “Mamma Roma” e come per la prima parte dello spettacolo, anche questa è un mix di poesia, con canzoni come “Le parole più grandi”, “Le luci della città” e di ballo, sulle note delle canzoni “Occhiali scuri” e la più rock “Invece no”.

Ci si avvia verso la conclusione del concerto con tre mega hit emozionanti del cantante,  partendo da “La musica non c’è” con cui Coez ha infranto tanti records di views, per proseguire con la più recente “E’ sempre bello” canzone che dà il nome al suo ultimo album e al tour stesso, fino a giungere alla conclusione, con quella che Coez dice essere la sua canzone preferita, “La strada è mia”, il cantante romano con la sua band saluta il suo pubblico che lo  ha accompagnato per tre date nella capitale, e promette di tornare molto presto, e noi non vediamo l’ora.

Scaletta:

  • Mal di gola
  • Gratis
  • Faccio un casino
  • Catene
  • Vai con Dio
  • Forever alone
  • Siamo morti insieme
  • Domenica
  • Niente che non va
  • E yo mama
  • Ninna nanna
  • Fuori di me
  • Ciao
  • La tua canzone
  • Lontana da me
  • Jet
  • Ali sporche
  • Mamma Roma
  • Vorrei portarti via
  • Le parole più grandi
  • Le luci della città
  • Occhiali scuri
  • E invece no
  • Aeroplani
  • La musica non c’è
  • È sempre bello
  • La strada è mia